Intervista a DJ Ringo

Il popolare DJ e personaggio televisivo, racconta il suo lato motociclista, in una piacevole intervista da me redatta. Inutile sottolineare la simpatia e la semplicità di questo, vero e autentico centauro. Di seguito le 10 fatidiche domande...:

Ceppa: Quando hai iniziato ad appassionarti al mondo delle due ruote? Perché?
DJ Ringo: Da quando ero piccolo negli anni 70...ma non avevo soldi all'epoca quindi più che altro le guardavo le moto...poi negli anni '80 ho avuto una Zundapp!!

Ceppa: Quale è stata la moto, tra tutte quelle da te avute e provate, che più ti ha impressionato? positivamente parlando...
DJ Ringo: Ho posseduto una Ducati 998 preparata con il motore di Fogarty e che usai a Imola per mondiale Endurance...che sballo!

Ceppa: Ormai sei diventato un punto fermo per molti appassionati. Tanti leggono le tue rubriche sulle riviste e quotidiani (Gazzetta dello Sport) o ascoltano i tuoi interventi su Virgin Radio. Come si è arrivati a questa "popolarità"? Quanta gavetta?
DJ Ringo: Ti dirò, non faccio caso alla popolarità e vado dritto per la mia strada fatta di passione e curiosità...

Ceppa: Cosa ne pensi dell'attuale mercato delle moto. Mi spiego meglio. La congiuntura economica sta portando le case produttrici ad investire in altri paesi, lasciando l'Italia (Piaggio-Aprilia-Malaguti), per motivi di costi. Ci puoi dire il tuo punto di vista? Come è cambiato il mercato, ed il popolo, delle due ruote negli anni?
DJ Ringo: Il mercato della moto va di pari passo con gli altri mercati dei vari business...si fa di tutto per abbattere i costi senza rendersi conto che ne perde la credibilità e la qualità...vedi mercato cinese, koreano ecc. ecc.

Ceppa: Argomento Motogp: un tuo parere sul campionato 2011. La gara del sachsenring, autentico giro di boa del campionato, ha evidenziato molti punti interrogativi. Gli italiani faticano in 125, dove dominano gli spagnoli. In Moto2, abbiamo una scuola spagnola e tedesca all'arrembaggio e in MotoGP, la situazione è quanto mai "dubbiosa"...dove è finita l'Italia che vinceva?
DJ Ringo: per questa domanda rispondo con il prossimo articolo di venerdì dove approfondisco i casi da te citati..:) eheheh

Ceppa: Superbike.Cosa rappresenta per te il mondiale SBK?
DJ Ringo: Il VERO mondiale, piloti cazzuti come Fogarty, Bayliss e Bostrom! Biaggi primo italiano sull'olimpo e ora Melandri...sorpassi e carenate a gogo!! Insomma i piloti con meno menate e più gas!!

Ceppa: Il trofeo Triumph BE1 Racing. Raccontaci qualche aneddoto o emozione particolare che hai vissuto partecipando a questa manifestazione, svolta in cornice al mondiale SBK.
DJ Ringo: Una fatica bestiale cazzolina...non ho più l'età! ma che emozione correre nelle piste storiche e gloriose...per me è stato emozionante...nelle prove mi tirava la Samu Denardi e altri amici con il dottore Blumetti...poi in gara battagliavo nell'ultima fila con altri 2 cinquantenni come me...la sera tutti insieme a cenare e ridere...bellissimo!!

Ceppa: Il pilota che più ti è rimasto nel cuore. Il tuo idolo diciamo...
DJ Ringo: Ben Bostrom e Max Biaggi...2 amici anche...

Ceppa: Un tuo pensiero sul futuro delle corse a 2 ruote. Come si evolverà il futuro?
DJ Ringo: Purtroppo con tanta elettronica ahimè...ma rimarrà sempre uno sport speciale...per uomini tosti...

Ceppa: Il futuro di Ringo. Un 2012 all'insegna di....
DJ Ringo: non penso mai al futuro...giuro! penso a step by step nella vita...il mio futuro e voltarmi indietro e ricordarmi delle mie origini...

Ceppa: Ultimissima domanda; Ma il progetto FB Corse...ricordo la presentazione con tanto di sponsor Virgin Radio...delucidazioni.
DJ Ringo: FB sono spariti...non sappiamo neanche che fine han fatto...peccato ci credevamo! Ringo

Grazie mille a DJ Ringo per la disponibilità e per averci allietato con questa piacevole intervista. In questi periodi estivi, una bella lettura, fresca e piena di ricordi non può fare altro che far piacere.
Un grazie a nome di tutto il Mitoclub.

Copyright © 2017 Cagiva Mito Club. Tutti i diritti riservati.